La Croce

“…La Tradotta che parte da Torino, a Milano non si ferma più, la va diretta al Piave cimitero della gioventù. – A Nervesa, a Nervesa c’è una Croce, mio fratello è sepolto là…” Tutti, o quasi, conoscono la triste e celeberrima canzone della Grande Guerra “La Tradotta”, cantata dai soldati...

Continua a leggere

Barca di ferro

Alle porte di Nervesa, lungo l’argine del Piave, fa bella mostra di sé il barcone austroungarico a rappresentare il grande sforzo del Genio per la costruzione di ponti di barche durante le due battaglie; da parte austriaca nella “Battaglia del Solstizio” e italiana nella “Battaglia di Vittorio Veneto”.

Continua a leggere

Monumento ai ragazzi del ’99

A Santa Croce del Montello. In una splendida zona panoramica elevata si apre uno spiazzo con il monumento dedicato a quei giovanissimi combattenti. Nella piazza di fronte alla Chiesa è innalzato il monumento “Ara Pacis” a ricordo del sodalizio fra l’abitato di S. Croce (fondato il 14-9-1899) e i Ragazzi...

Continua a leggere

Cimitero inglese

A Giavera del Montello. E’ territorio britannico. Il terreno su cui sorge è stato donato dal Governo Italiano a quello Inglese dopo la 1a Guerra Mondiale proprio per dare una degna sepoltura a tutti quei giovani eroi del Commonwealt che hanno perso la vita in Italia combattendo contro l’Esercito austro-ungarico....

Continua a leggere

Il Sacrario

Subito dopo la guerra furono raccolte, in alcuni cimiteri militari, tutte le salme che nella concitazione della battaglia erano state sepolte nei luoghi della battaglia. Così a Nervesa nacque il cimitero militare contenente 1056 salme, a Giavera il cimitero dedicato alla Med. Oro Guido Alessi con più di un migliaio...

Continua a leggere

La battaglia del Solstizio

Nella primavera del 1918, il Comando Austriaco, disimpegnato da altri fronti di guerra, aveva ammassato ingenti forze sul nostro fronte, per un attacco in grande stile che avrebbe dovuto sconfiggere definitivamente l’Italia. Il piano nemico prevedeva l’impiego di 50 divisioni con due azioni contemporanee: una dai monti a cavallo del...

Continua a leggere

Abbazia di S.Eustachio

Dall’alto dell’ Ossario si intravedono le rovine dell’Abbazia di S. Eustachio, del XI° secolo. Per la posizione strategica fu presa di mira dalle armate di Napoleone prima e dall’artiglieria tedesca poi. Visitabile dopo un accurato restauro, con un suggestivo tragitto a piedi partendo dalla Chiesa Parrocchiale di Nervesa.

Continua a leggere

JONATHAN COLLECTION

Nell’ avio superficie, in località “Campagnole” (Via Fra’ Giocondo), parallelamente al corso del Piave, esiste ed è visitabile, probabilmente la più famosa collezione “volante” in Italia. Giancarlo Zanardo, pilota e costruttore, presenta la sua collezione di aerei d’ epoca, originali oppure riprodotti da progetti originali, tutti perfettamente funzionanti. www.jonathanaereistorici.it giancarlo.zanardo@jonathanaereistorici.it

Continua a leggere